Raffaela Medaglia. Una Aiellese nel Mondo

Da Destiny Harper Medaglia, figlia di Raffaela Medaglia, nostra referente a Sault Ste. Marie (Ontario), riceviamo uno scritto sulla vita della madre alla quale è molto legata. Grazie per la bella e significativa testimonianza.


Mi chiamo Destiney Shere Roseanne Maria Harper Medaglia ed ho 12 anni. Sono figlia adottiva di Raffaela Medaglia che mi ricorda molto la storia della lupa e della Fondazione di Roma.
Mamma Raffaela, ogni giorno che passa, è sempre di più un esempio di coraggio e di forza interiore e di dedizione verso la sua carriera di “crisis counselor” e naturalmente verso di me. Mi dice che sono stata dal mio arrivo, a soli cinque mesi dalla mia nascita, tutta la sua vita e che sono un dono del Signore. Però so che mamma ama tanto il suo lavoro che ci dà da vivere e che ci da tante soddisfazioni. Come ritornare, quando è possibile, nella nostra amata Aiello, o meglio ancora, nella nostra Patricello.
Al Blog degli Aiellesi nel Mondo voglio raccontare la sua vita. Mia madre all'età di 42 anni, dopo essere sopravvissuta ad una orribile esperienza che per miracolo non le ha tolto la vita (scusate, mamma dato la mia età non mi ha dato ancora dettagli sull'accaduto), ma so che 25 anni fa ha avuto la prima pagina sui giornali. Si è laureata in Psycologia, sociologia alla Lake Superior State University in Sault Ste. Marie, Michigan negli USA. Mamma aiuta famiglie, cioè donne con o senza figli che hanno avuto abusi, a superare le brutte esperienze e puntare su nuovi traguardi di vita.
Mamma ha detto nel suo "speech", davanti a 80 persone il 9 Giugno 2009 alla sala Marconi Club, che è stato proprio in quel periodo di crisi che ha sentito la chiamata per questa carriera. Si è tuffata in un mare di libri e si è lasciata trasportare dallo spirito che le ha detto che era viva perché il Signore aveva dei piani per lei. Mamma mi ha raccontato la storia di Santa Rita da Cascia ed ho trovato qualcosa di simile nella sua storia. Ha perdonato davanti a Dio il marito che si trovava nel carcere e si è tuffata, mi ha detto, in mezzo ad un mare di lavoro. Mamma ha ricevuto, dopo 20 anni di lavoro, un riconoscimento: la Women in Crisis dall’Algoma Inc., che l’aveva accolta dopo la degenza in ospedale, appena 5 giorni dopo l'accaduto il 5 gennaio del 1985, quando era troppo fragile per ritornare con i genitori, le sorelle ed il fratello. Mamma è l'ottava figlia di Ciccuzzu Medaglia e di Rosa Gabriele e vive in Canada da 43 anni con quasi tutta la famiglia di origine; e ama tutti senza distinzioni di colore e di età. Io ne sono orgogliosamente prova. Grazie Bruno per l'ascolto. Congratulazioni ed auguri mamma!

Commenti