Approvata dal Consiglio la nuova legge regionale per i Calabresi nel Mondo


Il Consiglio regionale ha approvato all'unanimità la nuova legge regionale contenente norme in favore dei calabresi nel mondo e sul coordinamento delle relazioni estere. L'articolato, a conclusione della lettura da parte del presidente, Giuseppe Bova, è stato salutato da un lungo applauso dai componenti della Consulta regionale per i calabresi nel mondo che hanno concluso oggi una tre giorni di lavori insieme al Consiglio regionale e alla Giunta regionale per riscrivere insieme questa nuova legge che contiene norme appunto per il rinvigorimento dei rapporti con tutti i calabresi emigrati nei cinque continenti. "Non è soltanto una modifica di legge - ha detto l'assessore regionale al turismo, Damiano Guagliardi - ma la proposizione di un'idea di società in un quadro di rinvigorimento dei rapporti con tutti i nostri concittadini nel mondo per esaltare i contenuti di un orgoglio vero basato sulle migliori tradizioni culturali della Calabria". Il relatore della legge, Bruno Censore, nel suo intervento aveva illustrato le nuove modifiche e successivamente, quindi, si è andati al voto finale dell'aula. Nel corso del dibattito sono stati fatti numerosi apprezzamenti da parte dei consiglieri Michele Trematerra, Giulio Serra, Pietro Giamborino, Sergio Stancato, Cosimo Cherubino, Alessandro Nicolò e Egidio Chiarella. Successivamente all'approvazione della legge, il presidente Bova ha sospeso temporaneamente i lavori dell'assemblea per poter salutare i corregionali che, a conclusione dei lavori, torneranno nei Paesi in cui sono emigrati.

Commenti