Aiello, Madonna delle Grazie. Il Parroco don Bamba scrive agli Aiellesi emigrati. "Per ringraziarvi doverosamente per le vostre generose offerte"

Uno stralcio delle lettera
AIELLO CALABRO - Ogni anno, gli Aiellesi che vivono all'estero non fanno mancare il loro personale contributo per la solennità dedicata alla Madonna delle Grazie, l'appuntamento religioso più importante per la Comunità locale. Sebbene la data della festa, che si svolge i principi di luglio, sia ancora lontana, è di questi giorni il saluto ed il ringraziamento del parroco don Bamba per tutti gli emigranti che hanno contribuito alle ultime celebrazioni.
«Vi scrivo - ha esordito nella lettera il parroco - per ringraziarvi doverosamente per le vostre generose offerte che avete mandate in occasione della festa della Madonna delle Grazie dello scorso 2 luglio. Quest'anno - ha aggiunto il sacerdote - i risultati sono stati eccellenti anche dal punto di vista finanziario perché siamo riusciti a chiudere i conti in attivo, destinando quelle poche somme rimaste alle urgenze della Parrocchia».
«Con la volontà del Signore ed il sostegno di voi tutti - è scritto ancora nella missiva - il prossimo anno faremo meglio per rafforzare attorno alla nostra Madonna delle Grazie una grande e profonda fede, richiamando tutti i nostri fratelli e sorelle ad una unanime preghiera che abbia inizio non a partire dal giorno della Novena (il 23 giugno, ndc), ma che si sviluppi fin dall'inizio del mese di giugno e si protragga per tutto il mese di luglio, facendo in modo che prima delle vacanze estive ci sia una grande meditazione religiosa che coinvolga la grande massa delle persone che sono devote alla Madonna e che provengono  da più parti della Calabria».
Un impegno, questo di ampliare il periodo mariano, certamente importante che richiederà pure, ha evidenziato don Bamba, «disponibilità varie e collaborazioni a tutti i livelli e noi della Parrocchia vorremmo provarci».
Per chi vorrà contribuire, fanno sapere dalla Parrocchia di S. Maria Maggiore, è stato acceso, per la raccolta delle offerte, un conto postale (n. 3879903) intestato Bamba Mavongu Nzuzi Jean Paul, e Nitti Franco.

Commenti