19 novembre 2016

A vecchia cerza. Poesia di Giulio di Malta

Riceviamo e postiamo.
Caro Bruno, allego l'ultima mia poesia dedicata a mia cugina Amelia Alciati e a tutti gli Aiellesi nel Mondo che hanno superato la veneranda età di anni novanta.
Giulio di Malta
Cosenza 19 novembre 2016


A VECCHIA CERZA
A Vecchia Cerza ha "furnutu"ogni combattu,
a linfa saglie pocu allu curinu,
ere rimasta sula, muortu  u Pinu.
U Faggiu, ormai riduttu a nnu rottame,
un parravedi cchiù, un se movie,
ogni ramu siccatu le cadie.
U Carigliu cchiù giuvane e malatu,
na vota cazzillusu e mai perdente,
m'ò ìe riduttu a scheletru vivente.
A Turtura, arrivandu a Primavera,
circave rami virdi giuvanielli,
no viecchi e delicati tronchicielli.
A Vecchia Cerza, ha furnutu ogni combattu,
u vientu fa gran scempiu, ogni momentu,
ormai ìe sulamente: "u Monumentu".

Cosenza 19 Novembre 2016

Nessun commento:

Posta un commento