Zia Assunta, una poesia di Ugo Pagnotta, tratta dal libro “Figure, bozzetti di vita paesana sul filo della memoria”.


Commento di Raffaela Medaglia – Sault Ste. Marie, Ontario, Canada
Per la mente i ricordi vanno e vengono. Quando sono tornata ad Aiello per la prima volta dopo tantissimi anni, mi era venuta a trovare Sisina a Patricello, a casa mia. Una visita che faceva spesso ai miei genitori, fino a quando ce l’ha fisicamente fatta. Mamma mi raccontava che mandava Maria Teresa ad  accompagnarli quando se ne scendevano da Aiello a piedi. “Si rispetta l'anzianità e l'amicizia”, diceva. Lei che era una cuoca sopraffina, aveva apprezzato la mia zuppa inglese che per caso avevo preparato, e le chiacchiere che avevamo fatto quel lontano pomeriggio. L'ultima volta l'ho vista sul balcone, e mi rammarico di non essere salita credendo che ci sarebbe stata una prossima volta.
Il 22 Ottobre scorso, qua a Sault Ste. Mari, nella Chiesa di Saint Gregory, la figlia Maria (Marisella) ha fatto celebrare una messa in memoria  della deceduta madre. Tutti gli amici e parenti provenienti da Aiello hanno udito questa santa messa alla memoria di Sisina.
Chatto con Maria Teresa, di tanto in tanto, facendo buon uso delle 6 ore di differenza, tra il Canada e l'Italia. “Ci ha cresciuto” mi dice. Ricordi che vanno e ricordi che vengono. 
... Come quelli di Ciccuzzu e Rosicella… Forever Remembered

Commenti

  1. "Zia Assunta" è uno spaccato di vita paesana che le giovani generazioni non conoscono, ma dobvrebbero conoscere. Neppure noi adulti, d'altronde, conosciamo tutto della vita di Aiello. Quanto a Settimio Pedatella, io sono il figlio e ricordo come dagli pneumatici (che chiamavamo comunemente "copertoni") dei camion otteneva la gomma per farne scarpe, fino a quando non sono arrivate e si sono diffuse quelle delle industrie che lo hanno costretto a chiudere bottega. Ma io conosco solo l'ultima parte della sua attività. Mi piacerebbe conoscere il resto e tutto quello che riguarda la vita di Aiello prima degli anni Cinquanta. Mi sembra che "Figure, bozzetti di vita paesana sul filo della memoria" vada in questa direzione. Se potessi averlo, ne sarei felice e riconoscente. Grazie per l'accoglienza e cordiali saluti! Franco Pedatella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro prof. Pedatella, grazie per il commento.
      Il libro di Ugo Pagnotta è davvero ricco di riferimenti a personaggi e situazioni paesane del passato. Vedremo di procurarne copia.
      A presto.

      Elimina

Posta un commento